Dalla disfunzione erettile all’ipertensione: 5 motivi per cui dovresti mangiare la barbabietola

E’ un ortaggio molto comune, eppure si vede raramente nelle nostre tavole. Il che è davvero un peccato considerando che è ricchissima di virtù terapeutiche. Sia che la chiamiate rapa rossa, carota rossa o barba rossa, il risultato non cambia: le ricerche scientifiche condotte negli ultimi anni ne hanno esaltato le sue eccezionali proprietà. Ecco quali sono.

Barbabietola, ricchissima di nitrati

Uno dei motivi per cui la barbabietola possiede tante virtù terapeutiche è che è particolarmente ricca di nitrati naturali. Questi componenti da sempre vengono utilizzati per proteggere il sistema cardiovascolare. hanno infatti la capacità di ridurre il rischio di ipertensione arteriosa e attacchi cardiaci ma anche migliorare la dilatazione dei vasi sanguigni. La particolarità dei nitrati è quella di aumentare la quantità di monossido di azoto, indispensabile per favorire un’ottima ossigenazione dei vasi. Secondo un recente studio pubblicato su Nutrition Journal bere il succo di barbabietola ogni giorno, estratto da 500 gr di prodotto edibile per una durata media di due settimane, garantisce la possibilità di mantenere un cuore in perfetta salute. Ma non solo: perché i nitrati possono anche migliorare la funzionalità di cervello e muscoli.

Proprietà della barbabietola: riduce il rischio di cancro

Altri studi hanno dimostrato come la barbabietola svolga un importante ruolo anticancerogeno grazie alla presenza di una particolare molecola nota con il nome di betaina. Quest’ultima si è dimostrata capace di arrestare la crescita e la replicazione delle cellule patogene. La barbabietola è particolarmente attiva contro il cancro alla prostata e al seno.

Proprietà della barbabietola: utile contro la disfunzione erettile

Inaspettatamente questo ortaggio può essere utilizzato contro la disfunzione erettile. Un’indagine scientifica pubblicata su Nutrients ha evidenziato come i nitrati possano essere utilizzati contro la disfunzione erettile. Essi, infatti, si trasformano in ossido nitrico, sostanza che permette un maggior afflusso di sangue verso gli organi genitali.

Barbabietola contro stanchezza e anemia

Se non si tratta di una forma grave di anemia, senz’altro la barbabietola può essere utilizzata per aumentare le scorte di ferro nel sangue. Ma non solo: uno studio coordinato dal professor Wootton-Beard  dell’Aberystwyth University, ha evidenziato come la barbabietola sia in grado di migliorare l’apporto di ossigeno ai vari tessuti. Il che lo rende un ottimo rimedio per contrastare la stanchezza cronica.

Addio colesterolo con la barbabietola

Infine, la barbabietola sembra essere in gradi di ridurre il colesterolo LDL. Grazie ai suoi preziosi antiossidanti e la betaina, è quindi possibile ridurre il rischio delle pericolose placche aterosclerotiche.

Qualsiasi sia il motivo per cui avete scelto di usare la barbabietola, sappiate che il miglior modo per beneficiare delle sue virtù è quello di bere mezzo bicchiere di succo centrifugato ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *