Ti piace «mangiar fuori»? Se lo fai spesso, rischi di morire prima

A chi non piace andare al bar, al ristorante o acquistare del cibo da asporto? Non solo si tratta di piatti già pronti, ma in genere sono anche più buoni e gustosi di quelli preparati in casa. Tuttavia, le più recenti indagini scientifiche ci dicono che questa è un’abitudine malsana e che, a lungo andare, potrebbe causare diverse malattie inducendo una morta prematura. I risultati dello studio pubblicato sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics (Elsevier).

Mangiar fuori fa male alla salute

Mangiare in ristoranti, bar, trattorie o fast food non è come mangiare a casa anche se, in alcuni casi, sembra vengano offerti piatti di qualità. Tutti, però, siamo consapevoli di come i gusti non siano come quelli degli alimenti preparati in casa, e un motivo c’è. Le prove hanno dimostrato che i pasti fuori casa tendono ad essere più ricchi di calorie, grassi e sodio, ma carenti di frutta, verdura, cereali integrali e nutrienti protettivi come fibre alimentari e antiossidanti. «Le prove emergenti, sebbene ancora limitate, suggeriscono che mangiare fuori frequentemente sia associato a un aumento del rischio di malattie croniche, come obesità e diabete e biomarcatori di altre malattie croniche. Tuttavia, si sa poco dell’associazione tra il consumo di pasti fuori casa e il rischio di mortalità», ha spiegato Wei Bao assistente professore presso il Dipartimento di Epidemiologia del College of Public Health, University of Iowa.

Pasti fuori casa e aumento della mortalità

Gli scienziati hanno analizzato i dati delle risposte ai questionari inviati durante le interviste familiari faccia a faccia di 35.084 adulti di età pari o superiore ai 20 anni che hanno partecipato al National Health and Nutritional Examination Survey 1999-2014. Gli intervistati hanno riferito le loro abitudini alimentari, inclusa la frequenza di consumare pasti preparati fuori casa. «Abbiamo collegato questi record ai record di morte fino al 31 dicembre 2015, esaminando in particolare la mortalità per tutte le cause, la mortalità cardiovascolare e la mortalità per cancro», ha dichiarato il professor Yang Du. «I nostri risultati da questo ampio campione rappresentativo a livello nazionale di adulti statunitensi mostrano che il consumo frequente di pasti preparati fuori casa è significativamente associato con un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause», spiega il dott. Du. «Questo è uno dei primi studi per quantificare l’associazione tra mangiare fuori casa e mortalità. I nostri risultati, in linea con studi precedenti, supportano il fatto che mangiare fuori frequentemente è associato a conseguenze negative per la salute e può informare le future linee guida dietetiche per raccomandare di ridurre il consumo di pasti preparati fuori casa. Il messaggio è che il consumo frequente di pasti preparati fuori casa potrebbe non essere una sana abitudine. Invece, le persone dovrebbero essere incoraggiate a prendere in considerazione la preparazione di più pasti a casa», concludono gli scienziati. Sono necessari studi futuri per confermare l’associazione del pasti fuori casa con la morte per malattie cardiovascolari, cancro, demenza e altre malattie croniche.

Fonti scientifiche

Frequent consumption of meals prepared away from home associated with an increased risk of death –  Very frequent consumption (two meals or more per day) of meals prepared away from home is significantly associated with increased risk of all-cause mortality, reports a new study in the Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics

Yang Du, Shuang Rong, Yangbo Sun, Buyun Liu, Yuxiao Wu, Linda G. Snetselaar, Robert B. Wallace, Wei Bao. Association Between Frequency of Eating Away-From-Home Meals and Risk of All-Cause and Cause-Specific Mortality. Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics, 2021; DOI: 10.1016/j.jand.2021.01.012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *