Il selenio aiuta a dimagrire e allunga la vita

Tutti sappiamo bene come una dieta sana sia in grado di influenzare positivamente la nostra salute. E lo fa proprio grazie ai singoli nutrienti che si possono inglobare attraverso gli alimenti. Anche se tutti concorrono al nostro benessere, alcuni sembrano essere più importanti di altri. Tra questi c’è anche il Selenio, il quale sembra svolgere un importante ruolo contro l’obesità. Ecco i risultati ottenuti da uno studio condotto dalla Orentreich Foundation for the Advancement of Science (OFAS).

Selenio salute e obesità

Studi precedenti avevano dimostrato che la limitazione di alimenti contenenti l’amminoacido metionina avrebbe potuto allungare la durata dello stato di salute di un individuo. Gli alimenti che contengono tale componente sono, però, davvero tanti: si trova in vegetali, carne, pesce e semi oleosi. Potete trovare una lista completa a questo indirizzo. Come è logico pensare, essendo presente in così tanti cibi, la restrizione di metionina non è molto facile da mettere in pratica. Tuttavia, sembra che gli scienziati siano riusciti a trovare un valido sostituto: aggiungere selenio alla propria dieta.

Metionina vs Selenio

La restrizione di metionina provoca una diminuzione della quantità di un ormone che regola l’energia: il IGF-1. Studi condotto su animali hanno dimostrato che il selenio si comporta allo stesso modo. Di conseguenza, i ricercatori hanno studiato gli effetti di una supplementazione di selenio nei confronti dell’obesità e dello stato di salute generale. Per farlo, hanno nutrito topolini da laboratorio con una delle tre diete ad alto contenuto di grassi: una dieta di controllo contenente quantità tipiche di metionina, una dieta povera di metionina e una dieta contenente quantità tipiche di metionina, nonché una fonte di selenio. Sia per i topi maschi che per le femmine di qualsiasi età, gli autori hanno scoperto che l’integrazione di selenio proteggeva completamente dal drammatico aumento di peso e dall’accumulo di grasso osservato nei topi alimentati con la dieta di controllo, e nella stessa misura della limitazione della metionina. I ricercatori hanno poi misurato la quantità di quattro marcatori metabolici nei campioni di sangue dei topi trattati in precedenza. E i risultati (positivi) non hanno tardato ad arrivare: i topolini avevano mostrato livelli di IGF-1 drasticamente ridotti. Si sono verificate anche riduzioni dei livelli dell’ormone leptina. Ormone deputato al controllo dell’assunzione di cibo e del dispendio energetico. I risultati, quindi, indicano che la supplementazione di selenio produce la maggior parte, se non tutti, i segni distintivi della restrizione della metionina, il che suggerisce che questo intervento potrebbe avere un effetto positivo simile sulla durata della salute.

Selenio e durata della vita

Per comprendere appieno gli effetti della supplementazione di Selenio, i ricercatori hanno utilizzato anche il lievito. Le due misurazioni più ampiamente utilizzate della durata della salute nel lievito sono la durata della vita cronologica – che ci dice per quanto tempo il lievito dormiente rimane vitale – e la durata della vita replicativa, che misura il numero di volte in cui una cellula di lievito può produrre nuova prole. Il gruppo di ricerca, in precedenza, era riuscito a dimostrare come la restrizione della metionina aumentasse la durata cronologica del lievito, quindi hanno verificato se l’integrazione di selenio potesse fare lo stesso. Come si è scoperto, il lievito coltivato in condizioni integrate con selenio aveva una durata cronologica più lunga del 62% (da 13 giorni a 21 giorni) e una durata replicativa estesa di nove generazioni rispetto ai controlli.

Selenio, contro l’obesità e anti-age

«Uno degli obiettivi principali della ricerca sull’invecchiamento è identificare semplici interventi che promuovano la durata della salute umana. Qui presentiamo le prove del fatto che la somministrazione a breve termine di fonti organiche o inorganiche di selenio fornisce molteplici benefici per la salute ai topi, il più notevole dei quali è la prevenzione dell’obesità indotta dalla dieta. A lungo termine, ci aspettiamo che l’integrazione con questi i composti prevengono anche le malattie legate all’età e prolungano la sopravvivenza complessiva dei topi. La nostra speranza è che molti dei benefici osservati per i topi valgano anche per gli esseri umani», conclude Jay Johnson, Senior Scientist presso OFAS.

Fonti scientifiche

Selenium supplementation protects against obesity and may extend lifespan – HHMI

Jason D Plummer, Spike DL Postnikoff, Jessica K Tyler, Jay E Johnson. Selenium supplementation inhibits IGF-1 signaling and confers methionine restriction-like healthspan benefits to miceeLife, 2021; 10 DOI: 10.7554/eLife.62483

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *