Proteina C reattiva o Pcr: cos’è, i valori, quando è alta o bassa, cause, sintomi

Che cos’è la proteina C reattiva, Pcr o Crp?

La proteina C reattiva, detta anche Pcr o Crp (C Reactive Protein) è una proteina. Viene prodotta dall’organismo (in particolare dal fegato) quando vi sia uno stato infiammatorio sottostante. È detta anche proteina di fase acuta.

A cosa serve l’esame della proteina C reattiva?

Il testo o esame della proteina C reattiva Pcr serve a valutare la presenza di un’infiammazione organica. Fa parte degli esami, come la Ves, utilizzati come marcatori biologici di alcuni possibili processi infiammatori dovuti a infezioni o altri processi. L’esame non ha valore diagnostico, poiché non determina quale eventuale tipo di patologia è associato a un’alterazione dei valori. Sarà il medico, con il supporto di altri dati, a poter poi formulare una diagnosi.

Quali sono i valori normali della proteina C reattiva?

Il valore medio normale di proteina C reattiva o Pcr è

<5 mg/L o Pcr <0,5 mg/dl

Nei neonati, tuttavia, i valori possono essere molto diversi e variare in base al tempo trascorso dalla nascita. Vanno da

<5 mg/L a <25 mg/L

In caso di infezione batterica, il valore può superare i 100 mg/L

*Fonte: «Esami medici dalla A alla Z» – Bruno Brigo – Tecniche Nuove.

Quali sono i sintomi della proteina C reattiva o Pcr alta?

I sintomi principali e più diffusi di Pcr alta da condizione acuta sono

  • Febbre inusuale
  • Dolori articolari non dovuti a sforzo
  • Dolore addominale
  • Iperidrosi, o sudorazione che si alterna a sensazione di freddo
  • Arrossamento della pelle
  • Tumefazione (gonfiore) della pelle dovuto a infezione dei tessuti molli
  • Disturbi della minzione: difficoltà a urinare, bruciore (disuria), dolore (stranguria)
  • Dolore pelvico o inguinale
  • Tosse
  • Difficoltà respiratorie
  • Nausea, comparsa
  • Ittero
  • Gonfiore del cavo orale

Quando vi sia un’infiammazione cronica

  • Febbricola persistente
  • Dolori articolari non dovuti a sforzo
  • Tumefazione agli arti
  • Arrossamento e sensazione di calore alle articolazioni
  • Dolore addominale ricorrente
  • Diarrea ricorrente
  • Perdita di appetito
  • Dimagrimento inusuale e senza motivo apparente
  • Affaticamento senza causa apparente (astenia)

Quali sono le cause della proteina C reattiva o Pcr alta?

Dietro a un’alterazione dei valori di Pcr vi possono essere

  • Stati infiammatori
  • Infezioni da batteri
  • Infezioni da funghi
  • Infezioni cutanee
  • Infiammazioni cutanee (per es. cellulite)
  • Ustioni
  • Traumi
  • Interventi chirurgici
  • Reumatismi
  • Gotta o eccesso di acidi urici
  • Tonsillite
  • Polmonite
  • Bronchite
  • Bronchiolite
  • Sinusite
  • Otite
  • Scarlattina
  • Morbillo
  • Influenza
  • Raffreddore
  • Faringite
  • Uretrite
  • Cistite
  • Prostatite
  • Pielonefrite (infiammazione del rene)
  • Pancreatite
  • Colecistite
  • Colangite (infezione delle vie biliari)
  • Vaginite
  • Vulvite
  • Balanite
  • Vasculite
  • Ictus
  • Infarto del miocardio
  • Malattie autoimmuni: lupus eritematoso, celiachia, artrite reumatoide ecc.
  • Malattie neurodegenerative: sclerosi multipla ecc.
  • Malattie infiammatorie intestinali: morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, sindrome colon irritabile ecc.
  • Linfomi
  • Mielomi
  • Carcinomi e neoplasie

Cosa significa quando la proteina C reattiva o Pcr è bassa?

Quando un esame evidenzia un valoro di Prc basso, o al di sotto del valore medio, significa che un disturbo o un sintomo che potrebbero essere associati a un’infiammazione in realtà non lo sono. Per cui la causa di un dolore o altro sintomo è da ricercarsi altrove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *