afte Phanuwatnandee Adobe Stock

Afte da caldo, 3 rimedi naturali per eliminarle

Tutto comincia con una piccola sensazione di bruciore ma, a mano a mano che le ore passano, il sintomo si intensifica fino ad avere una percezione bruciante in alcuni angoli della bocca o della lingua. Ed è così che attraverso un’osservazione più accurata si intravede un piccolo puntino bianco. Si tratta di un’afta – un’ulcera che si manifesta nel cavo orale e che può durare anche diversi giorni.

Il caldo e afte

Tra le più svariate cause che possono causare la comparsa di un’afta c’è anche il calore. Non è insolito, infatti, che nei soggetti predisposti si manifestino nella calda stagione, specie nelle giornate di vacanza in cui l’esposizione solare è notevole. Ma il calore estivo non è l’unica fonte di calore che scatena le ulcere orali, ne sono causa anche gli alimenti particolarmente riscaldanti come il peperoncino e lo zenzero. Più raramente le afte possono insorgere in seguito a intolleranze alimentari. In linea generale, si può dire che le afte potrebbero essere la spia di un problema gastrointestinale, spesso causato dal calore eccessivo.

Propoli e afte

La propoli è forse uno dei migliori rimedi disinfettanti della mucosa orale. È però necessario utilizzarne una di qualità – meglio se preparata artigianalmente dagli apicoltori della zona – che abbia una diluzione minima del 35 percento. Si applica direttamente sull’ulcera dopo aver lavato molto bene i denti, per tre o quattro volte al giorno. Va detto che l’applicazione è molto dolorosa, ma anche altrettanto efficace. Uno studio condotto nel 2007 ha evidenziato come la propoli possa essere particolarmente utile nel ridurre le stomatiti ricorrenti (RAS). «Questo studio ha dimostrato che la propoli è efficace nella riduzione del numero di recidive e nel migliorare la qualità della vita nei pazienti che soffrono di RAS. La Propoli dovrebbe essere valutata ulteriormente in uno studio clinico in campione più ampio», concludono i ricercatori.

Limone conte il bruciore delle afte

Un rimedio della ‘nonna’ è il classico succo di limone. Non si tratta affatto di una vecchia credenza popolare, ma di una soluzione alla portata di tutti priva di effetti collaterali e discretamente efficace. Il motivo del successo sarebbe la sua potente azione antisettica. Ancora più elevata se si tratta di olio essenziale. Quest’ultimo, può essere adoperato per sciacqui orali diluito con olio di sesamo. Uno studio del 2010 [2] ritiene siano necessari approfondimenti riguardanti un potenziale auto-trattamento con olio di sesamo in caso di stomatiti ricorrenti. Un recente studio [3] condotto il mese scorso, ha evidenziato come un patch adesivo a base di olio essenziale di limone può essere importante per proteggere le lesioni, svolgere azione antisettica e velocizzarne la guarigione. Infine, va ricordato che il limone è uno dei migliori rimedi per contrastare l’eccesso di calore nel corpo. Di conseguenza, se siete più soggetti a sviluppare afte durante i mesi estivi questa potrebbe essere la soluzione che fa per voi.

Aloe gel, per eliminare l’infiammazione e ridurre le recidive

Molti lavori sono stati condotti in merito all’utilizzo dell’aloe gel. Uno di questi [4] ha evidenziato come soluzioni di gel di aloe al 2 percento potrebbero essere efficaci nella riduzione della sintomatologia nei pazienti affetti da stomatite aftosa ricorrente (RAS). «Sembra probabile che l’aloe gel al 2% a uso orale non sia efficace solo nel ridurre il dolore da stomatite aftosa ricorrente dei pazienti e la dimensione delle ferite, ma diminuisce anche il periodo di guarigione della ferita aftosa». Per potenziare l’effetto del gel di aloe, si possono aggiungere alcune gocce di olio essenziale di tea tree.

Procedimenti igienici contro le afte

Per diminuire il rischio di afte, è possibile seguire alcuni semplici accorgimenti durante il lavaggio dei denti. Il primo e più importante è quello di sciacquarli sempre con infuso a base di tè verde e salvia. Un’alternativa più rapida è quella di eseguire tutte le mattine dei lavaggi della mucosa orale con olio di sesamo. L’operazione, che dovrà durare circa 10 minuti, ha lo scopo di proteggere la bocca dall’attacco dei batteri e aiutare la disintossicazione dell’organismo, rimuovendo tutte le tossine che la notte affiorano sulla superfice della lingua.

Alimentazione e afte

Per evitare recidive è importante alimentarsi con cibi non eccessivamente riscaldanti, quindi privi di spezie. Ridurre al minimo quelli a cui si è intolleranti e, in alcuni casi, limitare l’utilizzo di latticini stagionati.

Fonti scientifiche

[1] Clin Oral Investig. 2007 Jun;11(2):143-7. Epub 2007 Feb 7.The effect of bee propolis on recurrent aphthous stomatitis: a pilot study. Samet N1, Laurent C, Susarla SM, Samet-Rubinsteen N.

[2] J Altern Complement Med. 2010 Jun;16(6):651-5. doi: 10.1089/acm.2009.0555. Recurrent aphthous stomatitis: do we know what patients are using to treat the ulcers? Sawair FA1.

[3] Quality of life in patients with recurrent aphthous stomatitis treated with a mucoadhesive patch containing citrus essential oil. Esma Kürklü-Gürleyen,1 Merve Öğüt-Erişen,1 Onur Çakır,1 Ömer Uysal,2 and Gülsüm Ak1

[4] Dent Res J (Isfahan). 2012 Jul-Aug; 9(4): 381–385. PMCID: PMC3491322 Evaluation of the therapeutic effects of Aloe vera gel on minor recurrent aphthous stomatitis Neda Babaee,1,2 Ebrahim Zabihi,1,3,4 Saman Mohseni,1,2 and Ali Akbar Moghadamnia4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *