coronavirus pacchi corriere

Acquisti online: rischio contagio da Covid con i pacchi appena ricevuti?

Con il coronavirus abbiamo assistito a un vero e proprio boom di acquisti online. Se già negli anni precedenti le vendite sul web erano aumentate, ora è stato registrato un incremento senza precedenti. Tuttavia, insieme ai pacchi che consegna il corriere potremmo anche avere una sgraditissima sorpresa: la presenza del SARS-CoV-2  proprio sulle scatole di imballo o sugli oggetti che abbiamo appena acquistato. Ecco come fare per ridurre al minimo il rischio di contagio.

Corrieri, pacchi e Covid-19

Il Covid-19 è in assoluto l’infezione più temuta del momento in tutto il mondo. Negazionisti a parte, tutto il mondo ha paura di contrarre il virus SARS-CoV-2 cercando di limitare al minimo di spostamenti dalla propria casa. Tuttavia, anche ricevere pacchi al proprio domicilio sembra esporre (minimamente) al rischio di infezione. Va subito sottolineato che il patogeno è di tipo respiratorio pur colpendo – potenzialmente – qualsiasi organo del corpo umano. Di conseguenza si diffonde principalmente attraverso le goccioline di aerosol che espelliamo durante il giorno. Non è necessario tossire, basta respirare per diffondere queste minuscole particelle nell’aria. Questo è uno dei motivi per cui è altamente consigliato indossare la mascherina quando si entra in contatto con un’altra persona. Ma se tocchiamo semplicemente un pacco, cosa accade?

Manipolare i pacchi ai tempi del coronavirus

E’ sempre piacevole vedere arrivare il corriere con la merce che abbiamo ordinato, magari acquistata scontata durante il blackfriday. Adesso però bisogna seguire alcuni accorgimenti prima di aprirlo o utilizzarne il contenuto. La prima è quello di lavarsi molto bene le mani – volendo anche con un gel idroalcolico – come indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dal Ministero della Salute quando si manipolano oggetti potenzialmente contaminati. Prima di averle lavate, non bisogna toccarsi mai naso, occhi e bocca per evitare di diffondere il virus. Esiste infatti il rischio che gli aerosol si siano depositati nel pacco che avete appena ricevuto.

Il rischio è alto o basso?

Secondo le più recenti indagini condotte dai  Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC – Centers for Disease Control and Prevention) proprio in merito alla diffusione dei virus attraverso pacchi e corrispondenza in genere «ci sono ancora molte cose sconosciute sul COVID-19 e su come si diffonda […] Ma si ritiene che i coronavirus siano diffusi il più delle volte da goccioline respiratorie e sebbene il virus possa sopravvivere per un breve periodo su alcune superfici, le probabilità che si diffonda attraverso la posta, i prodotti o gli imballaggi nazionali o internazionali sono piuttosto basse. Tuttavia, può essere possibile che le persone possano contrarre il COVID-19 toccando una superficie o un oggetto su cui è presente il virus e poi toccandosi la bocca, il naso o forse i loro occhi, ma non si ritiene che questo sia il modo principale in cui virus si diffonda».

E’ importante sottolineare che studi simili sono stati condotti anche dai ricercatori del Dipartimento di Medicina del Montefiore Medical Center di New York, i quali sostengono che seppur esiste questa possibilità di contagio è comunque meno comune delle altre.

In sintesi: le possibilità sono estremamente ridotte ma il contagio non è impossibile. Quindi l’importante è avere un’igiene accurata delle mani dopo aver manipolato il pacco. Tenendo presente che tempo fa l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) aveva diffuso in documento in cui si evidenziava come le particelle virali potrebbero resistere sul cartone fino a 24 ore. Quindi oltre tale tempo possiamo maneggiare gli oggetti con estrema tranquillità.

Fonti scientifiche

Stability of SARS-CoV-2 in different environmental conditions

3 Comments

  1. Graziella Guarnaccia Reply

    𝓜𝓪 𝓯𝓪𝓽𝓮𝓶𝓲 𝓲𝓵 𝓹𝓲𝓪𝓬𝓮𝓻𝓮! 𝓝𝓸𝓷 𝓼𝓪𝓹𝓮𝓽𝓮 𝓹𝓲ù 𝓬𝓸𝓼𝓪 𝓲𝓷𝓿𝓮𝓷𝓽𝓪𝓻𝓿𝓲!

  2. Marco Reply

    CONVIVIAMO CON TRILIONI DI VIRUS BATTERI PARASSITI DI OGNI GENERE SE NON C’ERANO GLI ANTICORPI NON ESISTEVA LA VITA UMANA, CHE GRANDE CAZZATA IL COVID 19 È STATO MESSO IN PIEDI DAL DEEP STATE, OMS, MEDICI DI TURNO SFRUTTANDO L’IGNORANZA DELLA GENTE FACENDO TERRORISMO MEDIATICO E INVOGLIARE LA GENTE A VACCINARSI PER GIOVARE PROFITTO NELLE TASCHE DI QUESTI FARABUTTI SMETTETELA DI SCRIVERE BAGGIANATE!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *