Addolcitore d’acqua: perché conviene averlo

Non tutta l’acqua del rubinetto è uguale. Può sembrare strano ma a seconda della zona nella quale si abita, vi è un tipo di acqua diversa, più o meno dura. Infatti, se vi è una presenza importante di sali di calcio e di magnesio, si forma il calcare, e potrebbe essere necessario utilizzare un addolcitore per svolgere tutte le operazioni quotidiane che richiedono l’utilizzo dell’acqua in maniera ottimale. Per chi non lo sapesse, l’addolcitore è uno strumento che viene utilizzato per rimuovere il calcare dall’acqua domestica. Si tratta di uno strumento dotato di uno strato di resine che scambiano gli ioni e che permettono di rimuovere eventuali impurità presenti nell’acqua. Anzi, esse sono in grado non solo di trattenere i sali di calcio e magnesio, ma anche di rilasciare ioni di sodio solubili. In questo modo si produce acqua addolcita, ovvero senza calcare, che sgorga direttamente dal rubinetto e viene utilizzata in tutti gli impianti ed elettrodomestici della casa. Se vuoi avere maggiori informazioni su questo particolare strumento, visita il sito web di un’azienda che opera questo settore e scopri l’addolcitore giusto per te.

Perché bisogna fare attenzione al calcare?

Non tutti lo sanno ma il calcare presente nell’acqua che sgorga dai rubinetti di casa potrebbe provocare diversi problemi nella quotidianità. In primo luogo, esso causa incrostazioni agli impianti domestici ed agli apparecchi, come la caldaia, le macchine da caffè, la lavastoviglie ecc. A tutti sarà capitato di avere problemi alla lavatrice o alla lavastoviglie a causa dell’eccessivo calcare che si è formato negli anni. Inoltre, il calcare danneggia le fibre del bucato, rendendo i vestiti e la biancheria appena usciti dalla lavatrice secchi e ruvidi.

Ovviamente il calcare non crea solamente disagi agli elettrodomestici ma anche alle persone. È risaputo, infatti, che lavandosi con acqua particolarmente calcarea, i capelli potrebbero sfibrarsi, perdere tono e lucentezza, ed essere più fragili. E non finisce qui, anche la pelle potrebbe risultare più secca ed arrossata. Con l’acqua addolcita, al contrario, ci si può occupare al meglio della pulizia di ogni angolo della casa e del bucato, oltre che della propria igiene personale. Infatti, l’acqua addolcita è ideale anche per la preparazione di maschere di bellezza. Inoltre, è bene precisare che la presenza eccessiva di calcare, influisce anche sui consumi energetici: accumulandosi negli impianti degli elettrodomestici, infatti, fa sì che essi debbano effettuare uno sforzo maggiore per funzionare in maniera ottimale. Questo determina non solo un aumento del costo in bolletta ma anche la necessità di dover provvedere ad interventi di riparazione e manutenzione più frequentemente. Questo perché gli elettrodomestici vanno sotto sforzo per funzionare al meglio.

Come scegliere l’addolcitore

Come sopra anticipato, se l’acqua che sgorga dal proprio rubinetto è particolarmente dura, è necessario avvalersi di un addolcitore domestico. Tuttavia, non è così semplice trovare il modello adatto a sé. Nel mercato, infatti, esistono diverse tipologie di addolcitori, pertanto è necessario considerare alcuni dettagli per scegliere quello migliore. La prima cosa da prendere in considerazione sono le proprie esigenze, anche in relazione al numero di persone che vivono in casa o che normalmente vi fanno visita. Quindi, uno degli aspetti fondamentali da valutare è la capacità dell’addolcitore, in base a quanta acqua si consuma giornalmente. Statisticamente, il valore medio è in genere 150 litri di acqua al giorno per persona. In base a questo dato può essere davvero semplice fare la propria scelta. Se in casa ci sono solamente due persone è sufficiente optare per un modello con una capacità da 300 litri. Ne esistono anche tipi adatti a soddisfare il fabbisogno di un’intera palazzina, mentre per le famiglie con pochi componenti è possibile optare per modelli più leggeri e compatti, da installare comodamente in qualsiasi zona.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *