Chi ha le gengive infiammate, rischia 9 volte di più di morire di Covid

Per niente rassicuranti i risultati di un nuovo studio scientifico pubblicato sul Journal of Clinical Periodontology. Dai risultati è infatti emerso che chi soffre di infiammazione cronica alle gengive – o parodontite – rischia nove volte di più di morire di Coronavirus. Il che è decisamente preoccupante se si considera che solo in Italia circa 8 milioni di persone sono affette da infiammazione e sanguinamento alle gengive.

Cos’è la parodontite?

La parodontite, conosciuta un tempo con il nome di Piorrea, è una malattia causata da batteri che si diffonde nella mucosa orale. In particolare, nei tessuti che hanno il compito di mantenere i denti ben saldi. Inizialmente è più facile curarla perché si accusa solo una lieve gengivite: i batteri, in fase iniziale attaccano infatti solo la gengiva alla base dei denti. Se trascurata, tuttavia, gli agenti patogeni possono infettare i tessuti più profondi tra cui anche i legamenti parodontali e l’osso alveolare. Il rischio è che se non curata, la parodontite porti a una progressiva mobilità degli elementi dentari, il che significa perdere totalmente i denti. Tra i sintomi più frequenti ricordiamo l’iniziale sanguinamento delle gengive per poi proseguire con piccoli ascessi localizzati, gonfiore gengivale e, infine, mobilità dei denti.

Parodontite e Covid

Lo studio, condotto da un team di ricerca del College of Dental Medicine dell’Università del Qatar di Doha, ha preso in esame oltre 500 pazienti affetti da Covid. Tra i fattori comuni di rischio presi in esame – come il diabete, l’abitudine al fumo, le malattie respiratorie, epatiche, autoimmuni e cancro – c’era anche la parodontite. Controllando in maniera approfondita le cartelle cliniche dei pazienti è emerso che solo 258 di loro soffrivano di parodontite. Ma ciò che ha stupito di più è che su 40 pazienti che hanno avuto gravi complicazioni da Covid, ben l’80% di loro era affetto da malattia parodontale. Escludendo quindi tutte le altre cause, è emerso che chi aveva la parodontite aveva un rischio aumentato di 3,7 volte di avere complicazioni dal virus. E ben 9 volte in più di morire di Covid.

Perché si rischia di più con la parodontite?

Secondo gli scienziati il problema potrebbe risiedere nella carica batterica presente a livello della mucosa orale che aggrava la situazione. «Potrebbe aggravare l’infezione da coronavirus, inducendo l’espressione dell’enzima di conversione dell’angiotensina 2 (ACE 2) e la produzione di citochine infiammatorie nel tratto respiratorio inferiore». Ricordiamo che l’ACE2, è il recettore cellulare che il virus utilizza per penetrare all’interno delle cellule umane. Il che significa che più è grave la parodontite più si rischia di avere complicanze da Covid. «L’alta carica batterica potrebbe favorire sovra-infezioni polmonari e l’infiammazione sistemica potrebbe rendere più suscettibili alla tempesta infiammatoria scatenata da Sars-CoV-2», conclude Fabio Cozzolino, implantologo e parontologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *