Il CBD aiuta a combattere le dipendenze

Conosciuto principalmente per i suoi effetti rilassanti, il CBD è una sostanza i cui benefici vanno ben oltre. Infatti, secondo alcuni studi, combatterebbe contro alcune dipendenze, in questo caso quelle legate al consumo di alcol e certe droghe. Oltre a ciò, avrebbe la proprietà di combattere gli effetti collaterali derivanti dalla disintossicazione.

Gli effetti del CBD contro la dipendenza da alcool

L’alcool è una sostanza pericolosa per l’organismo, soprattutto se consumato in modo non moderato. Anche le persone alcolizzate sono consapevoli degli effetti devastanti di questa sostanza sui loro corpi. Eppure non riescono a staccarsene, semplicemente a causa della sua natura avvincente. Fortunatamente, il CBD si posiziona oggi come una soluzione particolarmente efficace per combattere questa forma di dipendenza.

Infatti, favorendo l’aumento della dopamina e del GABA, l’alcol provoca uno squilibrio neurochimico nel cervello. Riduce anche la prevalenza dei recettori CB1 nel sistema endocannabinoide. A lungo termine, il corpo è danneggiato, il che favorisce lo sviluppo di malattie croniche come pancreatite, cancro, epatite, ecc.

Promuovendo una maggiore autofagia, il CBD contribuisce alla rigenerazione cellulare. In questo modo è in grado di proteggere le cellule del corpo dai pericoli che l’alcool potrebbe causare; riequilibrare i vari elementi chimici iniziali. Inoltre, il CBD aiuta a ridurre il consumo di alcool e il rischio di ricadute ad esso associato.

Durante il processo di astinenza da alcool, le persone colpite possono sviluppare altri disturbi considerati effetti collaterali. Possono esserci ad esempio i disturbi del sonno. Il CBD li aiuta a lenire.

Gli effetti del CBD contro la dipendenza da nicotina

Come la maggior parte delle sostanze pericolose, la nicotina crea dipendenza. Non solo è molto difficile per le persone che ne sono dipendenti liberarsene, ma anche uno svezzamento mal eseguito presenta dei pericoli reali. Ciò può ad esempio causare disturbi del sonno, ansia o irritabilità.

Tuttavia, grazie al CBD, è possibile porre fine alla dipendenza da nicotina senza alcuna difficoltà. Questo avrebbe un effetto rilassante fornendo benessere e calma, da non confondere con un effetto psicoattivo. Il CBD agisce sull’anandamide, il che consente di provare una sensazione di “sazietà psicologica”. La sensazione di mancanza legata alla disintossicazione è quindi notevolmente ridotta. Riduce nel fumatore, il desiderio di sigarette, nonché rimane la soddisfazione legata al consumo di CBD.

Gli effetti del CBD contro la dipendenza da oppioidi

Per un motivo o per l’altro, alcune persone diventano dipendenti dagli antidolorifici. Tuttavia, queste sostanze sono generalmente costituite da molecole pericolose per il corpo (codeina, morfina, eroina, metadone, ecc.). Logicamente, questa dipendenza porta a problemi di salute piuttosto gravi.

Sfortunatamente, smettere di usare gli oppioidi non è così semplice. Porta anche a effetti collaterali come irrequietezza, nausea, sudorazione eccessiva, dolori muscolari e ossei, ecc. Attraverso il suo effetto sui recettori oppioidi, il CBD aiuta a combattere la dipendenza da oppioidi e i suoi effetti collaterali.

Inoltre, a differenza del THC, il CBD non crea dipendenza. Al contrario, può essere utilizzato per combattere la dipendenza da THC o per svezzare i fumatori di cannabis in generale. Al contrario, può essere utilizzato per combattere la dipendenza da THC o per svezzare i fumatori di cannabis in generale.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *