4 errori che potresti fare quando usi il preservativo

Non è propriamente un dispositivo d’emergenza ma tutti ne tengono sempre uno a portata di mano per poterlo usare all’occorrenza. Nonostante si tratti di un prodotto che si conosca molto bene con il quale, senz’altro, la maggior parte degli uomini ha preso confidenza nei primi anni della propria adolescenza, spesso non si usa nel modo corretto. Secondo Natika Halil – amministratore delegato dell’FPA specializzata in salute sessuale – ci sono infatti alcuni errori che molti uomini ripetono continuamente. Ecco quali sono.

L’efficacia del preservativo dipende da come lo usi

Potrebbe sembrare una banalità, ma ricordiamo che un preservativo protegge da una gravidanza indesiderata solo se viene utilizzato nel modo corretto. Cosa che (troppo) spesso non accade. «Se i preservativi vengono usati secondo le istruzioni, allora sono efficaci al 98 per cento, il che significa che solo due donne su cento rimarranno incinta», ha spiegato la dottoressa Halil al The Sun.

1° errore: aprire il preservativo nel modo sbagliato

Sappiamo tutti molto bene che il preservativo è progettato per aderire in maniera perfetta ai proprio genitali. Ma se lo apriamo nel modo sbagliato questo potrebbe non accadere. Sono infatti in molti che, a causa della fretta, lo aprono al contrario. Così facendo, tuttavia, l’aderenza potrebbe non essere perfetta e scivolare durante il rapporto sessuale. «È come mettere una lente a contatto nel modo sbagliato, potresti riuscire a vedere per qualche minuto ma non funzionerà».

2° errore: non controllare la taglia

Certo, non è una maglietta che si può provare nei camerini prima dell’acquisto, ma dobbiamo comunque fare attenzione a scegliere la taglia corretta. È inutile cercare di fare una bella figura davanti alla farmacista al momento dell’acquisto: comprare una taglia maxi di preservativi quando non vi occorre metterà solo a rischio l’equilibrio della coppia: ci sono parecchie probabilità di avere una sorpresa inattesa dopo nove mesi. L’esperta ricorda che non bisogna mai sottovalutare – e neppure sovrastimare – le proprie dimensioni.

3° errore: non stenderlo prima di indossarlo

Se avete l’abitudine di stendere il preservativo prima di indossarlo, sappiate che questa operazione potrebbe compromettere – non di poco – l’efficacia. Inoltre, toglierlo dalla confezione prima dell’utilizzo potrebbe creare fastidi durante il rapporto e rendere il preservativo particolarmente appiccicoso. E non è finita qui: la gomma potrebbe rovinarsi e non adattarsi bene alla forma del pene. Il risultato? Può bucarsi e permettere la fuoriuscita del pene. «È progettato per essere arrotolato sul pene, se non stai seguendo le istruzioni stai rischiando una gravidanza o un’infezione a trasmissione sessuale», continua Halil.

4° errore: dimenticare di controllare la data di scadenza

Non è un alimento e non vedrete la muffa dopo diversi mesi, ma senz’altro la data di scadenza non è stata stampata nella confezione per sprecare inchiostro. È lì per un motivo ben preciso: i preservativi sono testati scientificamente per controllarne l’effettiva durata. Quindi se li utilizzate dopo la scadenza sappiate che potrebbe non svolgere il lavoro correttamente. «Il tasso di efficacia diminuirà se viene utilizzato dopo la data di scadenza», conclude Halil.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *