3 frutti per ringiovanire la tua pelle

Chi di noi non vorrebbe conoscere il segreto di lunga vita? Purtroppo, al momento, nessuno lo ha mai trovato. Però abbiamo a disposizione un semplice metodo per cancellare i segni del tempo e ringiovanire la pelle: aggiungere preziosi alimenti alla propria dieta. Ecco quali sono i cibi e i frutti migliori per una pelle più luminosa, fresca e idratata.

Avocado per ringiovanire la pelle

I pole position, tra i migliori alimenti che aiutano a ringiovanire la pelle troviamo l’avocado: si tratta di un vero e proprio antiage naturale che, grazie ai suoi acidi grassi insaturi e alla vitamina E, ci aiuta a preservare anche l’elasticità cutanea. Molti lo temono a causa delle sue calorie, ma non bisogna preoccuparsi: 2 o 3 volte a settimana è più che accettabile. Aggiungetelo alle insalate o usatelo in sostituzione della carne per migliorare la salute della vostra pelle. Ma non solo: diviene un prezioso alleato anche se applicato esternamente: preparate una maschera con mezzo avocado, un cucchiaino di miele e un cucchiaio di yogurt. Frullate il tutto e applicate sul viso per 20 minuti: noterete subito la differenza.

Le noci antiage

Anch’esse ricche di acidi grassi aiutano a ringiovanire la pelle. Consumate con costanza, infatti, evitano l’impatto dannoso degli agenti atmosferici e dell’inquinamento, veri e propri nemici della salute della pelle. Come l’avocado, anche le noci sono ricchissime di acidi grassi buoni: gli omega-3 e gli omega-6 e la preziosa vitamina E – un antiage naturale. Potete sfruttare le sue virtù anche per via esterna eseguendo un leggero massaggio tutte le sere con l’olio di noci: in breve tempo la pelle del viso avrà un aspetto più giovane e luminoso.

Noci per ringiovanire la pelle

I pomodori per la pelle

Il pomodoro è un frutto tipicamente estivo, tuttavia lo si può ormai trovare in ogni momento dell’anno. Chiaramente fuori stagione non dà il meglio di sé ma può comunque darvi una mano a ringiovanire la vostra pelle. E’ ricchissimo di un potente antiossidante: il licopene. Si tratta di una sostanza che protegge le nostre cellule dall’azione dei tanto temuti radicali liberi. E proprio perché naturalmente cresce nei periodi più caldi dell’anno che ci aiuta a contrastare l’effetto dannoso dei raggi ultravioletti. Tuttavia – se non cresciuto in serra – può comunque essere un valido aiuto per contrastare rughe e macchie cutanee. Per sfruttare al massimo gli effetti del licopene è necessario far cuocere i pomodori a lungo (meglio se almeno 2 ore). E il lato positivo è che potete mangiarne anche in gran quantità. A differenza di avocado e noci, infatti, i pomodori contengono solo 20 calorie per 100 grammi.

La maschera al pomodoro possiede un effetto astringente non è, perciò, adatta a tutti i tipi di pelle matura.

Leggi anche: ridurre il grasso addominale con le mandorle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *