Seguici su

Idee & consigli

Autunno: come affrontare il cambio di stagione a tavola

Per migliorare l’umore e perdere quei 2-3 chili accumulati durante l’estate non è però necessario sottoporsi a estenuanti privazioni. Anzi, per molti è sufficiente seguire i vari consigli per pancia piatta.

Pubblicato

il

Le giornate si accorciano, il clima si fa più fresco, le foglie ingialliscono: è l’autunno che arriva e ci preannuncia il vicino inverno. Per molti questo periodo dell’anno porta con sé anche una diminuita voglia di uscire, di fare sport, di attivarsi; così come una diffusa sonnolenza e una costante stanchezza. Nonostante il clima ci stia mostrando che in effetti le mezze stagioni non ci sono più, il nostro organismo risponde alle modifiche del ritmo quotidiano con cattivo umore e mancanza di energia. In queste situazioni cambiare l’alimentazione può essere una soluzione ideale.

Iniziare a perdere peso

Siamo appena tornati dalle vacanze e in pochi hanno il desiderio di cominciare una dieta ipocalorica proprio ora. Per migliorare l’umore e perdere quei 2-3 chili accumulati durante l’estate non è però necessario sottoporsi a estenuanti privazioni. Anzi, per molti è sufficiente seguire i vari consigli per pancia piatta che si possono trovare anche online e tornare a una vita più attiva e sana. Non si tratta di modificare in maniera drastica il modo di vedere il cibo per tutti i mesi che ci distanziano dalla prossima estate, il consiglio è quello di provare qualche piccolo suggerimento che permetta di perdere un poco di peso e vivere meglio l’arrivo dell’autunno. Per chi invece si trova a dover perdere un peso maggiore è chiaro che tali cambiamenti possono non essere sufficienti. In questi casi è meglio rivolgersi a un dietologo o a un nutrizionista.

Frutta e verdura: cosa ci offre l’autunno

Spesso la mancanza di energie e la sonnolenza sono correlate a carenze di alcuni micronutrienti, che non assumiamo con la dieta quotidiana. Sali minerali, vitamine ed enzimi vari, infatti, aiutano il nostro organismo a superare anche il cambio di stagione, a patto di reperirli negli alimenti che consumiamo quotidianamente. È quindi consigliabile provare ad aumentare la quantità di frutta e verdura presente sulla nostra tavola. Certo, l’autunno non ci offre la frutta profumata dell’estate o la varietà di verdura che possiamo trovare in luglio, tuttavia questo è il periodo della zucca, del radicchio, delle verdure da foglia, così come dei melograni, delle pere, delle mele fresche di raccolto, dell’uva. Anche funghi, castagne, cachi e porri sono tutti vegetali la cui maturazione perfetta avviene a partire da settembre. Consumare gli alimenti vegetali nella corretta stagione permette di reperirli ricchi di nutrienti, come minerali e vitamine, preziosi per la nostra salute e anche per lo spirito.

La natura in autunno

Così come a tavola possiamo cercare di aumentare i nutrienti che introduciamo con la dieta, la sonnolenza e la stanchezza autunnali si combattono anche con attività piacevoli da svolgere all’aperto. La tranquillità mentale che ci offre una passeggiata nel bosco è innegabile; se ci è piaciuto fare questa esperienza in primavera e in estate, proviamola anche in autunno, con i mille colori del foliage di questa stagione. Il contatto con la natura, poi, aiuta ad aumentare la produzione di ormoni che ci fanno sentire meglio, che ci danno la carica giusta per affrontare il cambio di stagione.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending