Stress, si riduce con frutta e verdura. Ecco quanta ne devi mangiare per stare meglio

Viviamo in una società votata allo stress. I ritmi frenetici che ci impone non possono far altro che peggiorare il nostro stato di salute. La maggior parte della gente, tuttavia, cerca di trovare soluzioni nei farmaci o integratori di uso comune, ma sembra esserci un metodo molto più semplice: aumentare il consumo di frutta e verdura. A suggerirlo è una nuova ricerca condotta dalla Edith Cowan University (ECU). I dettagli dello studio.

Rimedi naturali contro lo stress

La ricerca ha preso in esame l’associazione tra i livelli di stress di oltre ottomila persone e il loro consumo di frutta e verdura. Tutti i volontari avevano un’età compresa tra i 25 e i 91 anni e avevano partecipato a uno studio italiano sul diabete, l’obesità e lo stile di vita denominato AusDiab del Baker Heart and Diabetes Institute. Dai risultati è emerso che le persone che assumevano almeno 470 grammi di frutta e verdura al giorno avevano livelli di stress ridotti di circa il 10% rispetto a chi ne consumava solo 230 grammi. È importante sottolineare che l’OMS raccomanda di assumere almeno 400 grammi di frutta e verdura ogni giorno.

La frutta e la verdura riducono lo stress

«Abbiamo scoperto che le persone che assumono più frutta e verdura sono meno stressate di quelle con assunzioni inferiori, il che suggerisce che la dieta gioca un ruolo chiave nel benessere mentale», spiega Simone Radavelli-Bagatini dell’Istituto per la ricerca sulla nutrizione di ECU. Le condizioni di salute mentale sono un problema crescente in Australia e in tutto il resto del mondo. Le statistiche ci dicono che una persona su due sperimenterà un problema di salute mentale nel corso della sua vita. A livello globale, circa 1 persona su 10 convive con un disturbo di salute mentale. «Lo stress a lungo termine e non gestito può portare a una serie di problemi di salute, tra cui malattie cardiache, diabete, depressione e ansia, quindi dobbiamo trovare modi per prevenire e possibilmente alleviare i problemi di salute mentale in futuro», continua Radavelli-Bagatini. Il professore ci tiene a sottolineare che un po’ di stress è considerato normale ma l’esposizione a lungo termine può provocare un impatto significativo sulla salute mentale.

I benefici di una dieta ricca di frutta e verdura

Nonostante i benefici siano piuttosto noti, meno di una persona su 10 mangia le cinque porzioni di verdura raccomandate. «Studi precedenti hanno dimostrato il legame tra il consumo di frutta e verdura e lo stress nei giovani adulti, ma questa è la prima volta che vediamo risultati simili in adulti di tutte le età. I risultati dello studio sottolineano che è importante per le persone avere una dieta ricca di frutta e verdura per ridurre potenzialmente lo stress», aggiunge Radavelli-Bagatini.

Il cibo influenza l’umore

«Verdura e frutta contengono importanti nutrienti come vitamine, minerali, flavonoidi e carotenoidi che possono ridurre l’infiammazione e lo stress ossidativo, e quindi migliorare il benessere mentale. L’infiammazione e lo stress ossidativo nel corpo sono fattori riconosciuti che possono portare a un aumento dello stress, ansia e umore inferiore. Questi risultati incoraggiano una maggiore ricerca sulla dieta e in particolare su come frutta e verdura forniscono i maggiori benefici per la salute mentale», concludono gli scienziati.

I risultati dello studio sono stati pubblicati su Clinical Nutrition.

Fonti scientifiche

Simone Radavelli-Bagatini, Lauren C. Blekkenhorst, Marc Sim, Richard L. Prince, Nicola P. Bondonno, Catherine P. Bondonno, Richard Woodman, Reindolf Anokye, James Dimmock, Ben Jackson, Leesa Costello, Amanda Devine, Mandy J. Stanley, Joanne M. Dickson, Dianna J. Magliano, Jonathan E. Shaw, Robin M. Daly, Jonathan M. Hodgson, Joshua R. Lewis. Fruit and vegetable intake is inversely associated with perceived stress across the adult lifespanClinical Nutrition, 2021; 40 (5): 2860 DOI: 10.1016/j.clnu.2021.03.043

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *