Calvizie, le cellule staminali rigenerano i capelli

I ricercatori del Sanford-Burnham Medical Research Institute hanno sviluppato un progetto che rappresenta un passo concreto per il trattamento della caduta dei capelli. Utilizzando le cellule staminali sono infatti riusciti a generare e far crescere nuovi capelli. I risultati dello studio pubblicato su PLoS One.

Cellule staminali e calvizie

Grazie al prof. Alexey Terskikh e alla sua équipe, chi soffre di calvizie potrà un giorno ritrovare la chioma perduta. Niente più schiere di Kojak o riportini dunque, ma folte capigliature tra cui far passare con piacere le proprie dita. «Abbiamo sviluppato un metodo che utilizza le cellule staminali pluripotenti umane per creare nuove cellule in grado di avviare la crescita dei capelli umani – spiega il prof. Terskikh – Il metodo è un netto miglioramento rispetto ai metodi attuali che si basano sul trapiantare follicoli esistenti da una parte della testa a un’altra».

Cellule staminali per dire addio ai trapianti di capelli

«Il nostro metodo a cellule staminali fornisce una fonte illimitata di cellule dal paziente al trapianto e che non è limitata dalla disponibilità di follicoli piliferi esistenti», sottolinea Terskikh. Per cui si potranno avere capelli a gogò, senza doversi sottoporre a più trapianti. Il segreto, spiegano i ricercatori, sta nel trasformare le cellule staminali pluripotenti in cellule della papilla dermica, una popolazione unica di cellule che regolano la formazione del follicolo capillifero e il ciclo di crescita. E così il gioco… pardon, il capello, è fatto.

Il protocollo del Medical Discovery Institute di La Jolla

Il team del Medical Discovery Institute di La Jolla (California) ha sviluppato un nuovo protocollo che potrebbe offrire un’ulteriore speranza contro la calvizie e la perdita precoce di capelli. Anche in questo caso sono state utilizzate delle cellule staminali umane. La particolarità, tuttavia, sta nella loro “programmazione” che induce le staminali a far ricrescere correttamente peli e capelli. La novità sta nel fatto che fino a ieri i follicoli piliferi venivano ottenuti combinando le cellule umane della papilla dermica con quelle epiteliali dei topi. Ma grazie a questo nuovo studio, gli scienziati possono ottenere follicoli umani al 100% pronti da trapiantare.

Staminali e calvizie: un protocollo che super ogni sfida

Grazie a una piccolissima impalcatura 3D completamente biodegradabile e in grado di avvolgere il bulbo pilifero, le staminali vengono indirizzate nella crescita di nuovi capelli. Un’idea, quella degli scienziati, premiata durante il convegno della Società internazionale per la ricerca sulle cellule staminali (Isscr). «Il nuovo protocollo supera tutte le sfide tecnologiche che avevano impedito di trasferire la nostra scoperta nel mondo reale. Ora abbiamo un metodo forte e controllato per generare peli dall’aspetto naturale che crescono attraverso la pelle usando una fonte illimitata di cellule della papilla dermica derivate da cellule staminali pluripotenti indotte. È una svolta cruciale nello sviluppo di terapie cellulari per la perdita di capelli e per la medicina rigenerativa», cocnlude Alexey Terskikh professore associato della Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute’s (SBP’s) e membro del team di ricerca.

Fonti scientifiche

Functional hair follicles grown from stem cells – Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute’s

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *