Punture di zanzare, i rimedi naturali

Insieme alla calura estiva generalmente arrivano nuvole di zanzare ad accompagnare le sere d’estate. Dai rimedi della nonna alla scienza ecco i rimedi antizanzare.

Punture di zanzare e geni

E’ uscita pochi mesi fa la notizia: se vieni punto dalla zanzare, non è colpa di questo piccolo insetto ma dei tuoi geni. È quanto emerge da una ricerca condotta dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine e pubblicata su Plos One. Le zanzare condotte attraverso un tubo a «Y», verso gemelli omozigoti si dirigevano verso loro allo stesso identico modo. Mentre quando si aveva a che fare con gemelli eterozigoti ne prediligevano solo alcuni con determinato patrimonio genetico. Ciò potrebbe essere la base di cura di nuove strategie genetiche. Ma, genetica a parte, dalle zanzare ci si può difendere.

Trappole fotocataliche contro le zanzare


Sono gli ultimi ritrovati in termini tecnologici, si contraddistinguono dalla nanotecnologia al biossido di titanio che produce anidride carbonica per attrarre le zanzare. Forme, luci e colore simulano i principali fattori di richiamo al fine di far dirigere la zanzare verso la trappola. Non impiegano sostanze nocive e sono innocui per tutte le altre forme di vita. A seconda dei modelli, i prezzi variano da 25 a 100 Euro.

L’allume di rocca per le punture di zanzare

Ciò che generalmente viene chiamato Allume di Rocca è il solfato doppio di alluminio abbinato a potassio. Questa pietra, di origine totalmente naturale, si bagna leggermente e si applica direttamente sulla puntura di zanzare al fine di ridurre il prurito, rossore e irritazione. Il rimedio è già noto anche per essere utilizzato come deodorante. Un prodotto simile, meno naturale, si trova in farmacia ed è un gel a base di cloruro di allumino, adatto anche alle punture di meduse.

Da una spugna marina, una possibile soluzione per debellarle

Secondo una recente ricerca condotta dal professor Appadurai Daniel Reegan, l’estratto alcolico di una spugna marina chiamata Cliona celata può essere utile per eliminare le uova e le larve delle zanzare, persino quelle che causano la malaria. L’attività ovicida è altissima (91,2%) alla concentrazione di 500 ppm.

L’olio essenziale di tagete, insetticida per le zanzare

In merito a una ricerca condotta dai ricercatori SN Naik, Mittal e P. Vasudevan, l’olio essenziale di tagete è un eccellente insetticida naturale, utile come larvicida per la maggiore parte delle zanzare, incluse quella della malaria a febbre gialla. Questa varietà di tagete di origini messicane, tuttavia, non viene quasi mai commercializzata. In sostituzione si possono acquistare varietà nostrane, oppure l’olio di Tagete Patula da usare in associazione con l’olio essenziale di geranio. Il tagete non dovrebbe essere applicato direttamente sulla cute. Ecco dunque come, oltre ai classici repellenti, si possono trovare alternative più naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *