Occhiali da vista: come sceglierli, quando indossarli

Ovviamente per la scelta della correzione offerta dalle lenti degli occhiali da vista è importante attenersi alla prescrizione dell’oculista. In ogni caso presso i punti vendita che offrono questo tipo di prodotto è spesso possibile richiedere una visita della vista, da parte dell’ottico, in molti casi previa prenotazione. Ma come scegliamo la montatura e quanto dovremo indossare ogni giorno gli occhiali da vista?

La scelta della montatura
Esistono in commercio tantissime diverse montature per gli occhiali da vista. La scelta dipende da una serie di fattori; il primo è il motivo per cui si stanno acquistando gli occhiali, diciamo l’uso che se ne dovrà fare. Ad esempio chi sceglie egli occhiali per la lettura tende a prediligere lenti rettangolari piccoli, che ben si adattano allo sguardo del viso quando è rivolto verso il basso, dove si tiene un libro mentre lo si legge. Per lo sportivo invece sarà più consono acquistare un paio di occhiali a visiera. È altrettanto fondamentale capire che più gli occhiali si adattano al nostro viso, più sono comodi e piacevoli, e più sarà facile utilizzarli quotidianamente, senza stancarsi o dimenticare di infilarli. Anche la forma del viso è un elemento importante per la scelta, perché non tutte le montature sono perfette per tutti i tipi di volto presenti al mondo. Il consiglio dell’ottico è spesso prezioso in queste situazioni.

Lenti particolari
Oltre alla forma della montatura la scelta degli occhiali riguarda anche l’eventuale presenza di trattamenti sulle lenti. Sono disponibili in commercio lenti a specchio antiriflesso, lenti correttive che proteggono dalla luce solare, fotocromatiche o anche progressive. Alcune tipologie si usano solo per specifici difetti visivi, altre invece si possono applicare a qualsiasi tipo di lente, da vista o da sole. Il trattamento antiriflesso consente di proteggere gli occhi dalla luminosità eccessiva; ci sono lenti che limitano il passaggio anche della luce blu-viola, quella prodotta dagli schermi delle apparecchiature elettronica: ideali per gli occhiali di chi lavora a lungo di fronte a un computer. Tutti questi elementi sono essenziali per render gli occhiali perfetti per ogni situazione. In specifiche situazioni poi si può passare dagli occhiali da vista alle lenti a contatto, che offrono altri punti di forza, ad esempio per chi pratica sport o ha una vita molto attiva.

Quando indossare gli occhiali
In linea generale chi soffre di un difetto visivo dovrebbe indossare gli occhiali con una buona regolarità, possibilmente durante tutta la giornata. Ci sono poi casi particolari; ad esempio c’è chi utilizza apparecchiature elettroniche e, pur non soffrendo di particolari difetti visivi, indossa regolarmente gli occhiali mentre è in ufficio, per proteggere gli occhi dalla luce che potrebbe danneggiarli. Chi soffre di presbiopia, ad esempio, può usare gli occhiali anche solo durante specifiche situazioni, in quanto la sua vista è difettosa solo da vicino, mentre per gli oggetti lontani non ha alcun tipo di problema. L’importante sta nell’identificare rapidamente quali sono i difetti visivi; alcuni infatti possono degenerare rapidamente se non opportunamente corretti. Conviene quindi fare un test della vista almeno una volta all’anno, questo anche per chi ritiene di non avere alcun tipo di difetto visivo.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *