Sali minerali

I 6 Sali minerali di cui non dovresti fare a meno

I Sali minerali sono preziosi per la salute e il benessere del nostro organismo, e dunque anche per noi. Ce ne sono molti, e ognuno ha il suo ruolo. Ma ce ne sono 6 che non dovrebbero mai essere carenti. Eppure, spesso, a causa di una dieta scorretta e non equilibrata, lo stress, l’età ecc. questi Sali minerali mancano o sono carenti. Di seguito, ecco quali sono, a cosa servono e dove si trovano.

I 6 Sali minerali principali per il benessere

Sono 6 i minerali principali che fanno sì che il nostro corpo funzioni bene. Sono altresì quelli che non dovrebbero mai essere carenti o, peggio, mancanti. Questi Sali minerali sono calcio, cloro, magnesio, fosforo, potassio e sodio. Tutti sono necessari ai molti processi dell’organismo. Tra i tanti, ricordiamo l’equilibrio dei fluidi corporei, il mantenimento della corretta densità di ossa e denti, la salute del sistema nervoso e così via.

Come mantenere i giusti livelli di Sali minerali

Per mantenere nel proprio corpo i giusti livelli di Sali minerali, in genere è sufficiente seguire una dieta corretta ed equilibrata – ossia, completa di tutti i nutrienti e i cibi di ogni tipo. Il ricorso agli integratori dovrebbe essere “l’ultima spiaggia” e soltanto perché indispensabile o perché si hanno particolari problemi di salute. E, nel caso, sempre su consiglio medico.

Uno per uno, i minerali indispensabili

Calcio

Il minerale chiamato Calcio è tra le sostanze più importanti per la salute di ossa e denti. Quando carente, in molti lo associano all’osteoporosi. Ma non tutti sanno che è anche importante per la salute del cuore e della circolazione: non a caso è implicato anche nella coagulazione del sangue. Ma il Calcio, il cui 99% viene stoccato nello scheletro, in realtà sottende anche al buon funzionamento del sistema nervoso e muscolare.
Il Calcio si trova in prevalenza in alimenti quali i prodotti lattiero-caseari, la frutta secca a guscio, le verdure a foglia verde, ma anche nei cavoli, nei broccoli e nei cereali da colazione. Anche le acque minerali lo contengono i misura diversa: per questo è bene leggere le etichette per vedere quanto ne contengono.
Gli integratori, come detto, dovrebbero essere assunti con cautela. Questi, infatti, possono interagire con alcuni farmaci. Se poi assunti in grandi quantità possono causare la formazione di calcoli renali.

Fosforo

A parità del Calcio, anche il Fosforo è importante per la crescita e il mantenimento di ossa e denti. Ma il Fosforo svolge un ruolo importante anche sulla funzionalità delle membrane cellulari. Quando è presente insieme alle vitamine del gruppo B, questo minerale concorre a convertire gli alimenti in energia: una funzione indispensabile per permetter al corpo di affrontare le attività quotidiane. Una dieta particolarmente squilibrata può causare una sua carenza.
Il Fosforo lo troviamo principalmente in alimenti come pesce, carne, frutta secca a guscio, semi, legumi e cereali.
In genere non si assumono integratori di Fosforo.

Cloro

E’ un Sale minerale che viene di solito associato alla disinfezione dell’acqua delle piscine o  a quella che esce dal nostro rubinetto di casa. Eppure, il Cloro non è soltanto un disinfettante, ma serve per la produzione di succhi gastrici nello stomaco. Inoltre, insieme al Calcio, contribuisce a mantenere in equilibrio i fluidi corporei.
Il Cloro si trova principalmente nel sale da cucina, sotto forma di cloruro di sodio.
Di questo Sale minerale ne sono particolarmente ricchi alimenti come i formaggi e i salumi, le alghe, i cibi stagionati e i prodotti conservati. Di solito non si rende necessaria una sua integrazione.

Sodio

Come accennato, il Sodio insieme al Cloruro concorre a mantenere l’equilibrio dei fluidi corporei nelle cellule. Avere adeguati livelli di questo minerale è importante per regolare la pressione del sangue, nonché per la trasmissione degli impulsi nervosi.
Il Sodio è presente soprattutto nel sale da tavola (ma più equilibrato in quello marino). Lo si trova anche in molti alimenti quali salumi e formaggi stagionati, prodotti da forno e cibi conservati o in scatola.
La carenza di sodio è piuttosto rara ma, al contrario, è più facile vi sia un eccesso di questo minerale, che può provocare problemi di pressione arteriosa.

Magnesio

Questo Sale minerale lo si conosce soprattutto quando si parla di crampi muscolari e problemi come nervosismo o ansia. Ma il magnesio è importante per molti funzioni del corpo: in particolare per i processi biochimici che controllano le contrazioni muscolari, nonché la conduzione degli impulsi nervosi. Mantenendo l’equilibrio idroelettrolitico aiuta a ridurre la sensazione di spossatezza È inoltre necessario per la regolazione della pressione arteriosa e per il controllo della glicemia. Come in Calcio, e in abbinamento a esso, è importante per il buon mantenimento della salute delle ossa.
Il magnesio si trova principalmente in alimenti quali le noci, le banane, nei semi (per esempio quelli di zucca), nei cereali integrali, nei legumi e nelle verdure a foglia verde. In misura minore lo troviamo anche in pesce, carne e latticini. Altra fonte eccellente di magnesio è l’acqua minerale.
Gli integratori di magnesio, in genere sono assunti quando vi siano problemi ai muscoli, al sistema nervoso oppure a problemi digestivi e intestinali come la celiachia. Si usa anche – insieme al Potassio – per reintegrare i Sali minerali perduti con la sudorazione. Dosi eccessive di Magnesio possono essere lassative.

Potassio

Questo Sale minerale è fondamentale per il buon funzionamento del sistema muscolare e la contrazione dei muscoli (cuore compreso), nonché per il controllo della pressione arteriosa. Ma il Potassio è necessario anche per il regolare funzionamento del sistema nervoso. La sua presenza nell’organismo può avere effetti diversi e importanti: una carenza può causare pericolose aritmie cardiache e insufficienza respiratoria (stessa cosa se i livelli sono eccessivi). Al contrario, livelli adeguati sono fondamentali per mantenere un ritmo cardiaco normale.
Tra gli alimenti ricchi di Potassio troviamo frutta e verdura: in particolare banane, albicocche e patate. Ma lo si trova anche in legumi e frutta secca a guscio.
Nel caso si soffra di malattie renali è necessario tenere sotto controllo i livelli di questo minerale e, allo stesso tempo, seguire una dieta a basso contenuto di Potassio.

VEDI ANCHE: Integratori: Ecco Cosa Ti Accade Quando Li Assumi Spesso,
O Attenzione A Questi Sintomi: Potrebbe Trattarsi Di Una Carenza Di Vitamina B12.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *